Ti trovi in:

Home » Territorio » Turismo » Cosa visitare » Il lago di Tenno

Il lago di Tenno

di Mercoledì, 17 Febbraio 2016
Immagine decorativa

Uno dei gioielli naturali del Trentino, presenta sfumature e colori assolutamente particolari. 
Gli studiosi ne hanno datato la formazione al 1.100 d.C. Nel 1970 infatti, successivamente alla scoperta da parte dei sommozzatori del gruppo FIPS di Riva del Garda di un'antica foresta di tronchi sotto il livello dell'acqua, grazie al metodo del radiocarbonio è stato possibile datare la morte degli alberi, e dunque la formazione del lago di Tenno, a tale epoca.

Il laghetto di Tenno è uno tra i più puliti specchi d'acqua dolce d'Italia. Il motivo è semplice. Non vi sono costruzioni attorno al lago (eccezion fatta per due case private e per una piccola pensione) e neppure coltivazioni intensive. Il che ha preservato il lago da qualsiasi inquinamento chimico. Non c'è alcun emissario. L'acqua esce dal lago per filtrazione. 
Caratteristico è il forte sbalzo nei livelli del lago. Alla fine della stagione delle piogge, in autunno inoltrato, il lago appare anche 15 metri più alto che in estate. Lo dimostra l'aspetto della piccola isola che sorge nella parte meridionale. In estate vi si accede addirittura a piedi, perché l'acqua sale e l'isola diventa una penisola. L'opposto in inverno, quando l'isola scompare e solo le cime degli alberi emergono dall'acqua.
Un lago splendido che non si può raggiungere in auto ma al quale si accede da una lunga scalinata in pietra collegata al soprastante parcheggio. 
E' balneabile (l'acqua in estate raggiunge temperature estremamente gradevoli) e sulle sue spiagge è attivo il servizio spiagge sicure con i suoi bagnini.

Tipologia di luogo
Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam